In data 27 aprile 2017 nove consiglieri regionali del Veneto, tutti di minoranza, (vedere le loro schede nei commenti a questo post) hanno presentato al Consiglio Regionale un progetto di legge statale (al quale è stato attribuito il numero PDLS 36) che, se approvato dal Consiglio Regionale, potrà essere depositato in Parlamento dando avvio all’iter di approvazione di una legge statale di iniziativa regionale così come previsto dall’art. 121 della Costituzione.
Con il PDLS 36, consultabile in calce, i proponenti chiedono al Consiglio Regionale del Veneto di assumere una iniziativa legislativa finalizzata a modificare l’art. 53 del Codice del Turismo (D.Lgs. 79/2011) come segue:
“All’articolo 53 del decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79, dopo le parole: “Gli alloggi locati esclusivamente per finalità turistiche, in qualsiasi luogo ubicati, sono regolati dalle disposizioni del codice civile in tema di locazione ” sono aggiunte le parole: “e dalla normativa regionale sulla disciplina e durata della locazione turistica “.
In sostanza i proponenti chiedono al Consiglio Regionale del Veneto di proporre al Parlamento di modificare la norma che oggi stabilisce che gli alloggi locati esclusivamente per finalità turistiche, in qualsiasi luogo ubicati, sono regolati dalle disposizioni del codice civile in tema di locazione, al fine di sottoporre detti alloggi anche alla disciplina delle normative regionali.
Il PDLS 36 è stato assegnato, in sede referente, alla III Commissione del Consiglio Regionale del Veneto ed è stato per ora solo illustrato dal proponente alla Commissione. L’iter prevede che la commissione debba esprimere il proprio parere e poi che il provvedimento debba essere portato nell’aula del Consiglio Regionale per la discussione e la votazione da parte dell’Assemblea.
———–
Testo presentato

Regione Veneto