Prolocatur

I proprietari che danno in locazione i propri alloggi (ancorché per finalità turistiche) esercitano solo il loro diritto di proprietà privata e non esercitano, invece, una attività ricettiva. Gli alloggi dati in locazione dai proprietari (ancorché per finalità turistiche) non possono dunque essere compresi tra le strutture ricettive e i proprietari considerano illegittima qualunque limitazione al libero esercizio del diritto di proprietà privata che non sia stabilita da una legge dello Stato. La comunicazione dei flussi turistici, la riscossione e il versamento della imposta di soggiorno, la comunicazione alla Questura dei nominativi delle persone alloggiate rappresentano adempimenti di interesse pubblico rispetto ai quali i proprietari non intendono sottrarsi ma, in relazione ai quali, reclamano semplificazioni. PERCHÈ ASSOCIARSI A PRO.LOCA.TUR Perché più saranno gli associati e più facilmente l’associazione potrà realizzare di proporsi come interlocutore privilegiato delle Istituzioni nazionali e locali e delle altre organizzazioni portatrici di analoghi interessi al fine di ottenere norme e o regolamenti che siano rispettosi del diritto di proprietà privata e quindi del diritto di dare liberamente in locazione gli alloggi a prescindere dalla finalità della locazione (abitativa, turistica o altra ancora).
Prolocatur
Prolocatur
⛔️TARI: Non è dovuta la Tari maggiorata dal proprietario che dà in locazione breve una porzione del proprio alloggio.

Lo hanno stabilito i giudici della Commissione Tributaria Regionale della Lombardia che hanno annullato la richiesta di pagamento del Comune di Milano

Airbnb Host Airbnb Italia OspitaMI - host e home sharing a Milano e in Lombardia Host+Host Host Italiani - Ospitalità in regola Host Italiani - Ospitalità in regola Host Italia - Associazione nazionale Associazione ABBAV - B&B, Alloggi turistici ed Appartamenti del Veneto Host del lago di Como AIRBNB Host Varese Laghi Malpensa La Casa che avanza Confedilizia Gianni Facchini Valerio Nicastro Michele Bazzi Matteo Frigerio Valerio Lubello ANBBA Lombardia Alessandro Tomasi
Prolocatur
Prolocatur
2 importanti novità dal Comune di Roma Capitale: introduzione del Codice Identificativo Unico per le strutture ricettive e gli alloggi ad uso turistico e convenzione per il versamento del contributo di soggiorno.
Da ieri stanno arrivando le email di PEC riguardanti il CIU, a partire dal 1 gennaio 2020 tale codice dovrà essere utilizzato per la presentazione della comunicazione periodica ai fini del contributo di soggiorno. Ulteriori informazioni, verranno pubblicate sul sito istituzione dei Roma Capitale.

Inoltre, finalmente, la giunta capitolina ha approvato lo schema di convenzione per il versamento del contributo di soggiorno da parte dei portali telematici.

https://www.comune.roma.it/web/it/notizia.page?contentId=NWS459173
Prolocatur
Prolocatur
MILANO - imposta di soggiorno.
Il Comune di Milano ci comunica ufficialmente che dal 25 novembre il portale Geis verrà sostituito dal nuovo Soggiorniamo.
Il nuovo software darà agli utenti un maggior controllo sulle informazioni che li riguardano, e una gestione più snella.
Tutti i dati e le informazioni presenti nel Geis verranno automaticamente trasferiti nel nuovo sistema.
DAL 18 AL 25 NOVEMBRE, periodo di transizione, il Comune raccomanda di usare, invece delle ricevute stampabili del Geis, una ricevuta (allegata) da numerare progressivamente proseguendo la numerazione, e di conservarne copia.
Il Comune manderà a tutti gli utenti un'email con le indicazioni per l'accesso al nuovo portale e li prega di attendere questa comunicazione prima di porre domande o richieste di informazioni.
Prolocatur
Prolocatur
Pro.loca.tur si unisce ai ringraziamenti per quanto fatto in questi anni da Michele Bazzi e augura buon lavoro al nuovo presidente di Host+Host, Gianni Facchini con il quale già da tempo la collaborazione ha consentito di ottenere importanti risultati.
Prolocatur
Host+Host
Il Manifesto di Host+Host, Home Sharing Network Italia
Prolocatur
Prolocatur
Un milione di visitatori vogliono dire anche non meno di 3 milioni di euro di imposta di soggiorno. Considerato che l’imposta di chi soggiorna in appartamenti prenotati tramite Airbnb è riscossa e versata dal portale, mentre quella di chi soggiorna in albergo è riscossa e (purtroppo non sempre) versata dagli albergatori, sarebbe un suicidio rinunciare a questo importante introito ponendo limiti temporali alla possibilità di dare in locazione breve un appartamento.
A Milano lo hanno capito, anche grazie alla lungimiranza dell’assessore @Roberta Guaineri. A Firenze e Venezia i sindaci @Dario Nardella e @Luigi Brugnaro cosa ne pensano?
Prolocatur
Prolocatur
Caro Sindaco, le case ai veneziani le deve dare il Comune, costruendole o facendole costruire sulla base di apposite convenzioni. Oppure comprandole. Solo in Unione Sovietica lo Stato pensava di poter decidere dove i cittadini potessero e dovessero alloggiare. Ma là .... la proprietà privata non esisteva. Il suo obiettivo è quello di eliminare la proprietà privata? Se sì, lo dica chiaramente. In modo che alle prossime elezioni i cittadini sappiano come regolarsi.
Prolocatur
Luigi Brugnaro
❗️Bisogna affrontare il grande tema della residenza privata affittata ai turisti, ma servono norme della Regione e del Governo, oggi non abbiamo il potere di intervenire. ✅ La nostra proposta è di limitare l'affitto a 100 giorni all'anno. A quel punto non diventa più così conveniente la locazione turistica e le case tornerebbero ai veneziani