Prolocatur

I proprietari che danno in locazione i propri alloggi (ancorché per finalità turistiche) esercitano solo il loro diritto di proprietà privata e non esercitano, invece, una attività ricettiva. Gli alloggi dati in locazione dai proprietari (ancorché per finalità turistiche) non possono dunque essere compresi tra le strutture ricettive e i proprietari considerano illegittima qualunque limitazione al libero esercizio del diritto di proprietà privata che non sia stabilita da una legge dello Stato. La comunicazione dei flussi turistici, la riscossione e il versamento della imposta di soggiorno, la comunicazione alla Questura dei nominativi delle persone alloggiate rappresentano adempimenti di interesse pubblico rispetto ai quali i proprietari non intendono sottrarsi ma, in relazione ai quali, reclamano semplificazioni. PERCHÈ ASSOCIARSI A PRO.LOCA.TUR Perché più saranno gli associati e più facilmente l’associazione potrà realizzare di proporsi come interlocutore privilegiato delle Istituzioni nazionali e locali e delle altre organizzazioni portatrici di analoghi interessi al fine di ottenere norme e o regolamenti che siano rispettosi del diritto di proprietà privata e quindi del diritto di dare liberamente in locazione gli alloggi a prescindere dalla finalità della locazione (abitativa, turistica o altra ancora).
Prolocatur
Prolocatur
Anche per ANBBA Lombardia la norma sul CIR darebbe a Regione Lombardia la possibilità di attuare una sorta di "ESPROPRIO" del diritto di proprietà. La reiterata violazione delle disposizioni che impongono anche ai proprietari di pubblicare il CIR consentirebbe infatti alla Regione di inibire al proprietario di esercitare il proprio diritto.
Prolocatur
Prolocatur
Dalla Circolare Istat 6 marzo 2018 (https://www.istat.it/ws/fascicoloSidi/303/Circolare.pdf) sui flussi turistici:

"I dati raccolti, tutelati dal segreto statistico (art. 9 d.lgs. n. 322/1989) e, nel caso di dati personali, sottoposti alla normativa sulla protezione di tali dati (d.lgs. n. 196/2003), potranno essere utilizzati, anche per successivi trattamenti, esclusivamente per fini statistici dai soggetti del Sistema statistico nazionale e messi a disposizione della Commissione Europea; potranno, altresì, essere comunicati per finalità di ricerca scientifica alle condizioni e secondo le modalità previste dall’art. 7 del Codice di deontologia per i trattamenti di dati personali effettuati nell’ambito del Sistema statistico nazionale. I medesimi dati saranno diffusi in forma aggregata, in modo tale che non sia possibile risalire ai soggetti che li forniscono o ai quali si riferiscono."

Ma allora: perché proprietari e gestori di strutture ricettive ricevono frequentemente proposte commerciali da parte di fornitori di servizi di vario genere per il turismo? Chi comunica a questi operatori commerciali gli indirizzi email delle strutture ricettive e dei proprietari degli alloggi dati in locazione abitativa (con finalità turistica)?
Prolocatur
Prolocatur
Sono anni che Pro.Loca.Tur auspica la modifica dell'articolo 109 TULPS che, ricordiamo, prevede l'obbligo della comunicazione delle generalità degli alloggiati tramite AlloggiatiWeb (realizzato nel 2013) solo per i gestori delle strutture ricettive. Una circolare del Ministero dell'Interno precisava che le esigenze di pubblica sicurezza sottese all'art. 109 TULPS dovevano ritenersi sussistenti anche in caso di affiti brevi. Ma una circolare NON è una legge e l'art. 109 TULPS non è mai stato modificato. Ora finalmente si potrebbe fare un po' di chiarezza. Se la norma verrà approvata, le Questure dovranno rilasciare le credenziali ai proprietari che danno in locazione i propri alloggi a prescindere dalle pretese di alcune Regioni (ad esempio Regione Lombardia) di assimilare la locazione all'esercizio di attività ricettiva. Vedremo cosa accadrà al momento della approvazione della legge di conversione perché, allo stato attuale, si tratta solo di un emendamento.

Così come per la norma che prevede la ritenuta d'acconto da parte dei portali, i proprietari onesti, accolgono con grande favore questa novità che contribuirà ad allontanare le accuse di abusivismo, di sommerso e anche di minaccia alla sicurezza nazionale.
Prolocatur
Prolocatur
Vuoi vedere che gli abusivi vanno cercati tra gli esercenti di attività ricettive che si spacciano per locatori?

Ma non è impedendo ai locatori di esercitare il loro diritto che si curerà la piaga dell'abusivismo da parte degli esercenti "furbetti".
Prolocatur
Prolocatur
Anche Reg. Toscana ha adottato modulo per comunicazione al comune di #locazionebreve diverso da quello per la comunicazione di cav. Solo Regione Lombardia si ostina a voler equiparare i proprietari ai gestori delle strutture ricettive. Perché?
Giorgio Spaziani Testa Host+Host Gian Marco Centinaio Regione Lombardia Lara Magoni Gianni Facchini Fabio Calarco Franco Bontadini Antonella Brugnola BBvarese - Associazione B&B dei 7 laghi Confcommercio Città metropolitana di Milano Comune di Milano
Prolocatur
Prolocatur
Il TAR Lombardia ha “ritenuto che le esigenze cautelari del ricorrente siano tutelabili adeguatamente con la sollecita definizione del giudizio nel merito" e NON HA RIGETTATO l'istanza, fissando l'udienza per la discussione sul merito per il prossimo 20 marzo 2019